{[adsense:type=leaderboard]}

P.Iva

Ti occorre un commercialista?

Invia la tua richiesta specificando il servizio di cui hai bisogno.

In breve tempo i professionisti della tua zona ti ricontatteranno fornendoti ogni informazione su servizi e costi.


Descrizione P.Iva

Tutti i soggetti, come, ad esempio, liberi professionisti, società o associazioni, che esercitano delle attività rilevanti ai fini fiscali, sono tenuti a compilare una P.iva.
L’acronimo Iva sta per imposta sul valore aggiunto, e indica la relativa imposta che viene applicata sulle concessioni di beni o sulle prestazioni di servizi erogati da tutti i titolari di P.iva.
Questa imposta viene di fatto pagata dal consumatore che acquista i beni, o dal ricevente dei servizi erogati dal possessore della P.iva, ed ammonta al 20% del prezzo del bene acquistato, o della cifra versata per il servizio ricevuto.

L’aliquota corrispondente al 20% è quella più diffusa, ma la legge prevede aliquote corrispondenti al 4% nel caso di attività di stampa, legatoria di giornali, libri e periodici; e del 10% per la vendita di medicinali, acqua, birra, spettacoli teatrali.
Per il titolare della P.iva essa invece è neutra: l’Iva, infatti, che il possessore dovrebbe versare allo Stato, viene pagata in sua vece da quanti hanno acquistato i beni o i servizi da lui erogati.
Quanti desiderano aprire una P.iva devono recarsi presso gli Uffici delle Agenzie delle Entrate competenti, quelli cioè competenti in base al domicilio fiscale del richiedente, il quale deve compilare una dichiarazione trenta giorni prima dell’inizio dell’attività, sia in caso di liberi professionisti che della costituzione di società o associazioni.
Nel caso di richiedenti che siano liberi professionisti, o di soggetti che intendano aprire una ditta a livello individuale, questi devono compilare un apposito modello detto AA9/7; se si decide, invece, di avviare un società bisogna compilare il modello AA7/7.

Esistono vari regimi di P.iva tra cui scegliere: se siete, per esempio, all’inizio dell’attività e il volume d’affari non è ancora consistente, potete scegliere un regime forfetario; se, invece, il volume d’affari è complesso, sarebbe bene rivolgersi ad un professionista per la gestione della vostra P.iva e scegliere un regime a contabilità ordinaria.

Trova il professionista per P.Iva nella tua zona